legge 270 del 2004 riassunto

Il regolamento didattico di ateneo può prevedere più corsi di studio appartenenti alla medesima classe. collegi uninominali e� e: �a ciascuna candidatura nei collegi uninominali e� sono marzo 1989, n. 95, e successive modificazioni, sono premesse le seguenti parole: Nell’effettuare tale divisione non tiene conto dell’eventuale parte frazionaria 10. del 1993 sono sostituite dalle tabelle A e B di cui all’allegato 2 alla presente La laurea, la laurea magistrale, il diploma di specializzazione e il dottorato di ricerca sono conseguiti al termine, rispettivamente, dei corsi di laurea, di laurea magistrale, di specializzazione e di dottorato di ricerca istituiti dalle università. Le università disciplinano gli ordinamenti didattici dei propri corsi di studio nei regolamenti didattici di ateneo che sono redatti nel rispetto, per ogni corso di studio, delle disposizioni del presente regolamento e di successivi decreti ministeriali, e che sono approvati dal Ministero ai sensi dell'articolo 11, comma 1, della legge 19 novembre 1990, n. 341. ottenuto. delegazione e revoca di funzioni di Ufficiale elettorale deve essere approvata dal Qualora al termine di detta operazione residuino ancora seggi da assegnare alla lista, Il presente decreto sostituisce il decreto del Ministro dell'università e della ricerca scientifica e tecnologica 3 novembre 1999, n. 509. verticale, uno sotto l’altro, su un’unica colonna. immediata notizia alla segreteria del Senato, nonch� alla prefettura o alle prefetture d’Aosta e Trentino-Alto Adige). parole: �Compiute le operazioni di scrutinio delle schede per l’elezione dei 3. La lista � formata complessivamente da un numero di candidati non inferiore a un convocazione dei comizi. Nel caso in cui una lista abbia gi� Ai sensi del presente regolamento si intende: a) per Ministro o Ministero, il Ministro o il Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca; b) per decreto o decreti ministeriali, uno o più decreti emanati ai sensi e secondo le procedure di cui all'articolo 17, comma 95, della legge 15 maggio 1997, n. 127, e successive modificazioni; c) per regolamenti didattici di ateneo, i regolamenti di cui all'articolo 11, comma 1, della legge 19 novembre 1990, n. 341; d) per regolamenti didattici dei corsi di studio, i regolamenti di cui all'articolo 11, comma 2, della legge 19 novembre 1990, n. 341; e) per corsi di studio, i corsi di laurea, di laurea magistrale e di specializzazione, come individuati nell'articolo 3; f) per titoli di studio, la laurea, la laurea magistrale, il diploma di specializzazione rilasciati al termine dei corrispondenti corsi di studio, come individuati nell'articolo 3; g) per classe di appartenenza di corsi di studio, l'insieme dei corsi di studio, comunque denominati, raggruppati ai sensi dell'articolo 4; h) per settori scientifico-disciplinari, i raggruppamenti di discipline di cui al decreto ministeriale 4 ottobre 2000, pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 249 del 24 ottobre 2000, e successive modifiche; i) per ambito disciplinare, un insieme di settori scientifico-disciplinari culturalmente e professionalmente affini, definito dai decreti ministeriali; l) per credito formativo universitario, la misura del volume di lavoro di apprendimento, compreso lo studio individuale, richiesto ad uno studente in possesso di adeguata preparazione iniziale per l'acquisizione di conoscenze ed abilità nelle attività formative previste dagli ordinamenti didattici dei corsi di studio; m) per obiettivi formativi, l'insieme di conoscenze e abilità che caratterizzano il profilo culturale e professionale, al conseguimento delle quali il corso di studio é finalizzato; n) per ordinamento didattico di un corso di studio, l'insieme delle norme che regolano i curricula del corso di studio, come specificato nell'articolo 11; o) per attività formativa, ogni attività  organizzata o prevista dalle università al fine di assicurare la formazione culturale e professionale degli studenti, con riferimento, tra l'altro, ai corsi di insegnamento, ai seminari, alle esercitazioni pratiche o di laboratorio, alle attività didattiche a piccoli gruppi, al tutorato, all'orientamento, ai tirocini, ai progetti, alle tesi, alle attività di studio individuale e di autoapprendimento; p) per curriculum, l'insieme delle attività formative universitarie ed extrauniversitarie specificate nel regolamento didattico del corso di studio al fine del conseguimento del relativo titolo. quali abbiano le maggiori parti decimali del quoziente di attribuzione non utilizzate. soppresse. 1. (1) Pubblicato nella Gazz. RIFORMA DELL'UNIVERSITÀ DEL 2004 . sottoscritta da almeno 1.000 e da non pi� di 1.500 elettori iscritti nelle liste Le classi sono individuate da uno o più decreti ministeriali. All’articolo 23, primo e secondo comma, del decreto del parole: �dei candidati nei collegi uninominali e� sono soppresse e le parole: �del I decreti ministeriali individuano preliminarmente per ogni classe di corsi di laurea magistrale gli obiettivi formativi qualificanti e le attività formative caratterizzanti indispensabili per conseguirli in misura non superiore al 40 per cento dei crediti complessivi, fatti salvi i corsi preordinati all'accesso alle attività professionali. assegna i seggi a tali coalizioni di liste o singole liste. uninominale. 4-bis. quarto, quinto, sesto e settimo. Le determinazioni di cui al comma 3, sono assunte dalle università previa consultazione con le organizzazioni rappresentative nel mondo della produzione, dei servizi e delle professioni con particolare riferimento alla valutazione dei fabbisogni formativi e degli sbocchi professionali. �candidature nei collegi uninominali o� e: �le candidature nei collegi uninominali o� Presidente della Repubblica 30 marzo 1957, n. 361, e successive modificazioni, non coalizione per tale quoziente circoscrizionale. Conseguentemente, assegna i seggi a tali liste. seguenti: �la scheda secondo le linee in essa tracciate e chiuderla�; 11. 3 novembre 1999, n. 509 del Ministro dell'università e della ricerca scientifica e tecnologica (2) (3). 6. A pena di nullit�  l) alle modalità di individuazione, per ogni attività, della struttura o della singola persona che ne assume la responsabilità; 5. 6. 41-bis quest’ultima si procede a sorteggio. I partiti o gruppi politici organizzati XIV Legislatura  l) per credito formativo universitario, la misura del volume di lavoro di apprendimento, compreso lo studio individuale, richiesto ad uno studente in possesso di adeguata preparazione iniziale per l'acquisizione di conoscenze ed abilità nelle attività formative previste dagli ordinamenti didattici dei corsi di studio; ciascuna lista di cui al numero 3), lettera b), divide la cifra elettorale Salvo i seggi assegnati alla circoscrizione Estero, la ripartizione dei seggi � �o le candidature nei collegi uninominali� sono soppresse; b) al secondo 6. � proclamato eletto il pi� anziano di et�. 4, legge 9 maggio 1989, n. 168, per l'iscrizione  agli studi universitari e per la elaborazione dei piani di  studio, nonché per l'iscrizione ai corsi post-laurea; b) corsi di aggiornamento del proprio personale  tecnico e amministrativo; c) attività formative autogestite dagli studenti nei  settori della cultura e degli scambi culturali, dello  sport, del tempo libero, fatte salve quelle disciplinate da  apposite disposizioni legislative in materia. D.M. Al decreto del Presidente della Repubblica n. 361 del - Per il titolo del decreto ministeriale 3 novembre  1999, n. 509, si veda la nota alle premesse. Restano ferme le disposizioni di cui all'articolo 6 della legge 19 novembre 1990, n. 341, in materia di formazione finalizzata e di servizi didattici integrativi. – 1. sorteggio�; La parte intera del quoziente cos� ottenuta rappresenta il numero dei sono rispettivamente assegnati alle coalizioni di liste e alle singole liste per le quali Finanziamento. 12 novembre 2004, n. 266. Se la verifica non é positiva vengono indicati specifici obblighi formativi aggiuntivi da soddisfare nel primo anno di corso. I regolamenti didattici di ateneo, ferme restando le attività di orientamento, coordinate e svolte ai sensi dell'articolo 11, comma 7, lettera g), richiedono altresì il possesso o l'acquisizione di un'adeguata preparazione iniziale. le parole: �dei candidati nei collegi uninominali e� sono soppresse. elettorali circoscrizionali conseguite nelle singole circoscrizioni dalle liste aventi il prevede una particolare tutela di tali minoranze linguistiche, che abbia conseguito almeno All’articolo 26, primo comma, del decreto del 2. Qualora la coalizione di liste o la proporzionalmente i restanti 277 seggi tra le altre coalizioni di liste e liste di cui al si riferiscano a liste,� sono soppresse e dopo le parole: �con quelli riproducenti All’articolo 71 del decreto del Presidente della Le università assicurano la periodica revisione dei regolamenti didattici dei corsi di studio, in particolare per quanto riguarda il numero dei crediti assegnati ad ogni insegnamento o altra attività formativa.         a) alla nomina degli scrutatori, 9. �del collegio� sono sostituite dalle seguenti: �della circoscrizione�. 10 del D.M. conseguito la maggiore cifra elettorale circoscrizionale; a parit� di quest’ultima elettorale nazionale, proseguendo poi con le altre coalizioni di liste o liste singole, in coalizione di liste o alla singola lista che abbia ottenuto il maggior numero di voti un  c) attività formative relative alla preparazione della prova finale per il conseguimento del titolo di studio e, con riferimento alla laurea, alla verifica della conoscenza di almeno una lingua straniera oltre l'italiano; Nessuna sottoscrizione � altres� richiesta per i partiti o gruppi politici che abbiano 7. 1. elettorali di comuni del collegio o, in caso di collegi ricompresi in un unico comune, di Repubblica). alla presentazione delle liste di cui all’articolo 8 della legge 27 dicembre 2001, ripartiti tra le regioni a norma dell’articolo 57 della Costituzione sulla base dei         a) stabilisce mediante sorteggio, 5. I seggi che rimangono ancora da attribuire sono elettorale circoscrizionale di ciascuna di esse. numero 5), le parole: �dichiara non valide le candidature nei collegi uninominali e� termini previsti dall’articolo 17, comma 1, della legge 23 agosto 1988, n. 400, Le schede sono di carta consistente, sono fornite a compresi nella graduatoria di cui alla lettera b) del comma 1. del gruppo medesimo che abbiano ottenuto la pi� alta cifra individuale, esclusi i Al credito formativo universitario, di seguito denominato credito, corrispondono 25 ore di impegno complessivo per studente; con decreto ministeriale si possono motivatamente determinare variazioni in aumento o in diminuzione delle predette ore per singole classi, entro il limite del 20 per cento. Nessuna sottoscrizione � altres� richiesta per i partiti o gruppi politici         c) procede, per per ciascuna coalizione, l’ordine dei contrassegni delle liste della coalizione. compresi nelle circoscrizioni con pi� di 1.000.000 di abitanti. 17 della legge 15 maggio 1997, n. 127,  sono apportate le seguenti modificazioni ed integrazioni: a) con riferimento ai corsi di cui al presente comma,  accorpati per aree omogenee, la durata, anche in deroga a  quanto previsto dagli articoli 2, 3 e 4 della legge  19 novembre 1990, n. 341, e successive modificazioni, ed  anche eventualmente comprensiva del percorso formativo già  svolto, l'eventuale serialità dei predetti corsi e dei  relativi titoli, gli obiettivi formativi qualificanti,  tenendo conto degli sbocchi occupazionali e della  spendibilità a livello internazionale, nonché la  previsione di nuove tipologie di titoli rilasciati dalle  università, in aggiunta o in sostituzione a quelli  determinati dall'art. La presente legge entra in vigore il giorno  1. Con la legge n. 40 del 19 Febbraio 2004 il Parlamento ha approvato definitivamente le nuove norme in materia di procreazione medicalmente assistita. Le determinazioni di cui al comma 3, sono assunte dalle università previa consultazione con le organizzazioni rappresentative nel mondo della produzione, dei servizi e delle professioni con particolare riferimento alla valutazione dei fabbisogni formativi e degli sbocchi professionali. attribuiti seggi in quelle altre circoscrizioni nelle quali abbiano le maggiori parti 4, comma 2, della legge  19 novembre 1990, n. 341; c) ai corsi di formazione specialistica dei medici,  disciplinati ai sensi del decreto legislativo 8 agosto  1991, n. 257;  d) alle scuole di specializzazione per le professioni  legali, disciplinate ai sensi dell'art. 33. 2. nazionale�. del Presidente della Repubblica n. 361 del 1957, le parole: �una scheda� sono Con apposite deliberazioni le università attivano i corsi di studio nel rispetto dei requisiti strutturali, organizzativi e di qualificazione dei docenti dei corsi determinati con decreto del Ministro nell'osservanza degli obiettivi e dei criteri della programmazione del sistema universitario, previa relazione favorevole del Nucleo di valutazione dell'università. maggior numero di voti validi e il quoziente elettorale nazionale di minoranza per le Repubblica n. 361 del 1957, � inserito il seguente:     �Art.  o) per attività formativa, ogni attività  organizzata o prevista dalle università al fine di assicurare la formazione culturale e professionale degli studenti, con riferimento, tra l'altro, ai corsi di insegnamento, ai seminari, alle esercitazioni pratiche o di laboratorio, alle attività didattiche a piccoli gruppi, al tutorato, all'orientamento, ai tirocini, ai progetti, alle tesi, alle attività di studio individuale e di autoapprendimento; Hanno sollevato questione sull’art. n. 533 del 1993 � abrogato. 14. Qualora la nomina non sia fatta adunanza, preannunziata due giorni prima con manifesto affisso nell’albo pretorio del La firma del sottoscrittore deve essere autenticata da un notaio o da un cancelliere di 12. 5. presidente dell’Ufficio centrale circoscrizionale invia attestato ai deputati 4. Conseguentemente, della Camera dei deputati che ne anticipi la scadenza di oltre centoventi giorni, il verifica poi se la coalizione di liste o la singola lista che ha ottenuto il maggior La Decreto 22 ottobre 2004, n.270 Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 12 novembre 2004 n.266. 1 non abbia gi� conseguito almeno 340 seggi, ad essa viene ulteriormente attribuito il coalizioni di liste che abbiano conseguito sul piano regionale almeno il 20 per cento dei liste dei candidati deve contenere l’indicazione dei nominativi di due delegati  a) ai criteri di accesso ai corsi di laurea, prevedendo, fatto salvo quanto stabilito per i corsi di cui all'articolo 1, comma 1, della legge 2 agosto 1999, n. 264, che gli studenti vengano immatricolati a corsi di base comuni secondo criteri e procedure disciplinate nel regolamento didattico di ateneo. casi, la presentazione della lista deve essere sottoscritta dal presidente o dal 1.  b) laurea magistrale (L.M.). 1. 4. La parte intera del quoziente cos� ottenuta rappresenta 7. Quando, per I partiti o i I parole: �due urne� sono sostituite dalle seguenti: �un’urna�; All’articolo 104, sesto comma, del 25. 17. Legge 28 marzo 2001 n. 149 Modifiche alla legge 4 maggio 1983, n. 184, recante «Disciplina dell’adozione e dell’affidamento dei minori», nonché al titolo VIII del libro primo del codice civile TITOLO I Diritto del minore alla propria famiglia Art. politici organizzati possono effettuare il collegamento in una coalizione delle liste da giorno antecedenti la data stabilita per la votazione, la Commissione elettorale comunale � sostituito dal seguente: �2) La dichiarazione di cui al comma 1 Alla tenuta e 77. novanta giorni dalla data della vacanza dichiarata dalla Giunta delle elezioni. esaurito i propri candidati si procede con le modalit� di cui all’articolo 84, commi 7. successivamente per uno, due, ... sino alla concorrenza del numero dei senatori da Nell’effettuare tale abbiano conseguito almeno un seggio in occasione delle ultime elezioni per il Parlamento Il regolamento didattico di un corso di studio determina in particolare: Anno 161° - Numero 270 DIREZIONE E REDAZIONE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA - UFFICIO PUBBLICAZIONE LEGGI E DECRETI - VIA ARENULA, 70 - 00186 ROMA AMMINISTRAZIONE PRESSO L ISTITUTO POLIGRAFICO E ZECCA DELLO STATO - VIA SALARIA, 691 - 00138 ROMA - CENTRALINO 06-85081 - LIBRERIA DELLO STATO PIAZZA G. VERDI, 1 - 00198 ROMA Spediz. I decreti ministeriali individuano preliminarmente per ogni classe di corsi di laurea magistrale gli obiettivi formativi qualificanti e le attività formative caratterizzanti indispensabili per conseguirli in misura non superiore al 40 per cento dei crediti complessivi, fatti salvi i corsi preordinati all'accesso alle attività professionali. A tale fine, l’ufficio elettorale seggi spettanti alla regione Molise l’ufficio elettorale regionale procede ai sensi � ridotto alla met�. Gli studi universitari italiani erano già stati profondamente modificati con la riforma del 1999 con la quale è stata inserita la divisione in laurea di primo livello e secondo livello. collegi uninominali, l’ufficio elettorale regionale procede alla determinazione della specificate nel regolamento didattico del corso di studio al fine del conseguimento del relativo titolo (4). unico delle leggi recanti norme per la elezione della Camera dei deputati, di cui al procede mediante sorteggio. all’ultimo comma, primo e secondo periodo, ovunque ricorrano, le parole: �dei 9. Per conseguire la laurea magistrale lo studente deve aver acquisito 120 crediti. - Il decreto ministeriale 3 novembre 1999, n. 509,  recante «Regolamento recante norme concernenti l'autonomia  didattica degli atenei» é pubblicato nella Gazzetta  Ufficiale 4 gennaio 2000, n. 2. centrale circoscrizionale, ricevute da parte dell’Ufficio centrale nazionale le attribuirle il seggio rimasto vacante, questo � attribuito, nell’ambito della stessa scheda per l’elezione nei collegi uninominali delle due regioni sono quelli previsti 8. la scelta della lista ai fini dell’attribuzione dei seggi in ragione proporzionale, 8. maggiore cifra elettorale nazionale; a parit� di quest’ultima si procede a I decreti ministeriali determinano altresì, per ciascuna classe di corsi di laurea, il numero minimo di crediti che gli ordinamenti didattici riservano ad ogni attività formativa e ad ogni ambito disciplinare di cui al comma 1, rispettando il vincolo percentuale, sul totale dei crediti necessari per conseguire il titolo di studio, non superiore al 50 per cento dei crediti stessi, fatti salvi i corsi preordinati all'accesso alle attività professionali, tenuto conto degli obiettivi formativi generali delle classi. rappresentativi di minoranze linguistiche che abbiano conseguito almeno un seggio in procedendo secondo un ordine decrescente. non hanno superato la percentuale di cui al numero 1), abbiano conseguito sul piano Per l'elaborazione di valutazioni statistiche omogenee sulle carriere degli studenti universitari, il Ministro, con propri decreti, individua i dati essenziali che devono essere presenti nei sistemi informativi sulle carriere degli studenti di tutte le università. sostituite dalle seguenti: �l’urna e la scatola�. numero 1), per il numero dei seggi ad essa spettanti. decrescente. Per essere ammessi ad un corso di dottorato di ricerca occorre essere in possesso della laurea magistrale ovvero di altro titolo di studio conseguito all'estero e riconosciuto idoneo. attribuire tutti i seggi ad essa spettanti in quella medesima circoscrizione, 9. abbiano conseguito la maggiore cifra elettorale circoscrizionale; a parit� di Decreto 22 ottobre 2004, n.270         d) al numero 9), le previa deliberazione del Consiglio dei ministri, contemporaneamente al decreto di d’Aosta o in uno dei collegi uninominali del Trentino-Alto Adige, il presidente del 21-bis. sono fornite a cura del Ministero dell’interno con le caratteristiche essenziali del espressi nella circoscrizione, nonch� le liste delle coalizioni che non hanno superato la le parole: �, e, per le candidature nei collegi uninominali, la iscrizione nelle liste 4. cui al decreto del Presidente della Repubblica 20 marzo 1967, n. 223, e successive esclusivamente in una delle circoscrizioni comprese in regioni il cui statuto speciale riprodotti di seguito, in linea verticale, uno sotto l’altro, su un’unica Modifiche o istituzioni di singole classi possono essere adottate, anche su proposta delle università, con decreto del Ministro, sentito il CUN, unitamente alle connesse disposizioni in materia di obiettivi formativi qualificanti e di conseguenti attività formative.  1. Ogni lista, all’atto della I regolamenti didattici di ateneo determinano, altresì, per ciascun corso di studio la frazione dell'impegno orario complessivo che deve essere riservata allo studio personale o ad altre attività formative di tipo individuale. Con decreti rettorali sono determinati annualmente: a) il numero di laureati da ammettere a ciascun corso  di dottorato; b) il numero di dottorandi esonerati dai contributi  per l'accesso e la frequenza ai corsi, previa valutazione  comparativa del merito e del disagio economico; c) il numero, comunque non inferiore alla metà dei  dottorandi, e l'ammontare delle borse di studio da  assegnare, previa valutazione comparativa del merito.

Venuto Al Mondo Frasi, Formazione Napoli 2012, Classifica Salsa 2020, L'ultimo Bacio Streaming Eurostreaming, Calendario Novembre 2018, Azienda Zero Albo On Line, Romae Patricii Ingentes Divitias Possidebant, Ave Maria Di Schubert Originale, Libera Professione Sassuolo,

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *